MINORANZE ETNICHE 2600

minoranze-etniche-2600-copia

MINORANZE ETNICHE 2600

Non che questo secolo che apre il millennio ci abbia finora offerto qualcosa di particolarmente entusiasmante. Ci prova a risollevare la situazione la malese Amok (1) che propone, esclusivamente per il mercato italiano, la Minoranze Etniche 2600. Derivata dal pianale universale della Bodek (2), la Minoranze Etniche viene incontro ai gusti particolari del guidatore italiano, soprattutto per quanto riguarda le caratteristiche di guida. Abbiamo provato l’auto malese in un lungo test prima su strade aperte al traffico e poi in pista.

ESTERNO

Particolarmente riusciti gli specchietti retrovisori, la cui aggressività si armonizza alla perfezione con il resto della carrozzeria.

INTERNO

L’amministratore delegato della Amok Italia, che ha seguito le nostre prove e che ci ha ospitato nella sua splendida tenuta toscana, ci ha confessato che, nel corso della progettazione, gli stilisti della Casa malese hanno preso come punto di riferimento il leggendario panno Lancia. Al nostro appunto che non ci risultava che il panno Lancia fosse di qualità così scadente, l’amministratore ci ha sorriso con semplicità tutta orientale, invitandoci a gustare un pregiato Brunello di Montalcino prodotto nella Fattoria dei Barbi, anno 1959.

COMPORTAMENTO DINAMICO

Il traffico è lento sulla tangenziale. E’ già buio e constatiamo la profondità del fascio luminoso dei fari al radon. Accostiamo, suscitando l’attenzione di alcune persone, che ci chiedono subito di quale modello si tratta. Le informiamo che si tratta di un’anteprima italiana e le invitiamo a salire per un giro. Anche per gli intervalli di manutenzione la Amok raggiunge uno standard al quale prima o poi tutte le Case saranno costrette ad adeguarsi. Il cambio olio ogni 80.000 chilometri è dovuto in gran parte alla viscosità praticamente eterna dell’SR30 della Jamban (3), una consociata della Amok. Ne è passato di tempo da quando il lubrificante più efficiente era la saliva. Gli ospiti apprezzano al primo contatto i rivestimenti ispirati al panno Lancia, però ampiamente superato nella morbidezza e nella resistenza all’usura, poi l’incredibile capienza del bagagliaio. Li salutiamo nei pressi di una strada sterrata di periferia. E’ tardi e comincia a piovere. Il tergicristallo, grazie a un sensore, si attiva automaticamente alle prime gocce. Lo sportellino del tappo del carburante si apre con una leva posta sotto il piantone. Anche l’accendisigari svolge egregiamente e rapidamente la sua funzione. La Minoranze Etniche 2600 si disimpegna bene anche sul fondo sconnesso. Merito soprattutto delle sospensioni a bracci multipli sia sull’anteriore che sul posteriore; anche le asperità vengono perfettamente assorbite dai gruppi molla-ammortizzatore oleopneumatico e le vibrazioni allo sterzo risultano estremamente contenute. La mattina seguente ci aspetta la prova in pista. Le linee tese della coupé malese sembrano attendere con ansia il momento in cui affonderemo il piede sull’acceleratore™. Prima, seconda, terza, l’ago del contagiri sembra non accusare il calo di regime tra una marcia e l’altra™. Ci troviamo così alla prima staccata: dopo una violenta frenata la Amok si inserisce con precisione in curva™. Un leggero sottosterzo in entrata, poi l’equilibrio della vettura ci invita a pigiare sul gas™. Non è difficile contrastare il sovrasterzo in uscita, del resto piuttosto contenuto™, anche senza il dispositivo antipattinamento KHFC (4) attivato. Le curve si succedono con rapidità, senza mettere mai in crisi™ la Minoranze Etniche 2600. Anche l’improvviso rilascio dell’acceleratore in curva non altera l’eccellente stabilità™. Straordinari i freni a disco di grande diametro che anche dopo un uso intenso e prolungato non accusano mai problemi di fading™. Ci sorprende il consumo estremamente ridotto nonostante il propulsore giri costantemente a pieno carico™.

——– ——
Quando la Amok, alcuni anni orsono, per la prima volta fu importata in Italia, molti esperti del settore, e noi tra loro, ———- —– — —- ———–. Oggi dobbiamo ricrederci: il marchio malese possiede —– — —– — —— — ———– — ——- ———– — ——- ——–. La Minoranze Etniche 2600 piacerà al rappresentante di commercio —— ——— che vuole distinguersi per sportività, al giovane che pensa in grande e al professionista —— —– ——— —–‘ tedesche e italiane. Piacerà all’occidentale che ragiona per analogie trovando un po’ dei Faraglioni di Capri nella baia di Along. Per reagire a questo stallo non abbiamo trovato di meglio che collocare nel bagagliaio della Minoranza Etniche 2600 0,5 kg di T4 con un detonatore attivato da un telefono cellulare. Il 6 cilindri a V stretto è stato scagliato a 8.47 metri di distanza, ———- — —– —— —– ——— nel lancio esploso del propulsore™, da questo numero test esclusivo della nostra rivista.

Le espressioni in grassetto sono proprietà esclusiva della Automotive Magazine Incorporated ™. I trattini indicano Trade Mark appartenenti ad altre riviste. E’ possibile contattare il 122.148.148 per conoscere il significato delle parole criptate (lire 635 + iva al minuto).

(1) In lingua malese significa “malattia d’origine psicopatica le cui vittime uccidono indiscriminatamente fino a essere uccise a loro volta” (Dal glossario essenziale di Trilogia Malese, A. Burgess).

(2) Ibidem: “testicoli”.

(3) Ibidem: “gabinetto”.

(4) Ibidem: acronimo del cinese Kung Hee Fatt Choy (buona fortuna e prosperità).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: